Pagine

31 ottobre 2007

CARI BLACK BLOC …



i vostri amici della sinistra radicale non sono riusciti a farvi avere la commissione con cui vi sarebbe piaciuto dare la responsabilità alle forze dell’ordine delle efferatezze accadute a Genova per il G8 del 2001.
E invece, i compagni di esecutivo dei vostri amici di estrema sinistra vi hanno mollato…
La cambiale presentata dalla sinistra più radicale, non è stata pagata.

Di Pietro e Mastella hanno dato ordine ai loro eletti di votare contro alla commissione insieme alla Casa delle Libertà.
Niente commissione.




Tensione massima nel centrosinistra.
Haidi Giuliani parla di “indignazione fortissima per il comportamento di Idv e Udeur che disattendono gli accordi comuni firmati nel programma dell'Unione”. Il Verde Paolo Cento, dice che i mastelliani e i dipietristi hanno “sabotato il programma dell'Unione” e aggiunge: "Ora la parola passi ai movimenti e alla mobilitazione popolare che mi auguro sia grande in occasione della manifestazione del 17 già convocata a Genova nella quale sfileranno i protagonisti di quelle giornate. Le istituzioni si impegnino alla piena agibilità delle piazze in quella giornata".
Rifondazione Comunista, chiede che il governo intervenga, “Un atto gravissimo, preferiscono insabbiare”, commenta il ministro Ferrero di Rifondazione comunista. Oliviero Di liberto molto alterato dice “Clamoroso non voler trovare la verità”.
“Per noi è un fatto di una gravità assoluta. A questo punto deve intervenire il presidente del Consiglio Prodi che è anche il capo della Coalizione” dice Gennaro Migliore, capogruppo del Prc alla Camera.


Nel programma dell’Unione che molto spesso è diventato carta straccia, si legge nel merito:

--La politica del centrodestra al riguardo si è mostrata del tutto indifferente [...] l’utilizzo delle forze di polizia per operazioni repressive del tutto ingiustificate; basti pensare ai fatti di Genova, per i quali ancora oggi non sono state chiarite le responsabilità politica e istituzionale (al di là degli aspetti giudiziari) e sui quali l’Unione propone, per la prossima legislatura, l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta [...] --


In effetti la sinistra estrema era riuscita ad ottenere la promessa di una commissione, ma oggi le cose sono cambiate, vero cari black bloc?
Il vostro governo vi ha fatto”il bidone”, per fortuna.


La Casa delle Libertà commenta: “Sconfitto chi voleva processare le forze dell'ordine”.
Gianfranco Fini ha detto “Tutto il mondo ha visto quello che è accaduto a Genova nel 2001 cioè che gli aggrediti erano le forze di polizia, e gli aggressori coloro che hanno coperture e amicizie in Parlamento e nel Governo”. E ha ragione.
E’ stato giusto difendere le forze dell’ordine da un processo sommario, il Parlamento deve salvaguardare l’ordine.
Se vi sarà qualche responsabilità da chiarire lo farà la magistratura, come ha fatto nei giorni scorsi con alcuni manifestanti ritenuti colpevoli e giustamente condannati.



Allora dopo l’ennesima facciata, dopo l’ennesima mancata promessa di Prodi, sarebbe ora per il governo di ritirarsi in buon ordine.


Il popolo italiano non ama i cassonetti incendiati, i sampietrini lanciati in testa alla gente, le auto bruciate, le vetrine sfasciate, le molotov lanciate sulle forze dell’ordine, gli estintori lanciati nelle camionette dei carabinieri, le facce coperte dai passamontagna e dai caschi … e tanto meno ama un governo che difende i delinquenti e condanna polizia e carabinieri.






22 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma ti rendi conto che è morto un ragazzo di poco più di venti anni?
Comunque sia andata la madre ed il padre hanno il diritto di sapere la verità.
Ti rendi conto di quante violenze sono state commesse su ragazzi che non c'entravano niente?Persino uno delle forze dell'ordine lo ha ammesso Cosa c'entrano i Black Bloc, nemmeno il "ragazzo"era uno di loro.
Vergognati a fare speculazione politica su dei fatti così tragici.
Sal di Roma

Alessandra Fontana ha detto...

Bravo Sal hai detto bene... "speculazione politica" ...ed è quello che fa la sinistra estrema che vuole una commissione "politica" per giudicare fatti che è la magistratura a dover giudicare!!! Ecco il punto. Non sono i parlamentari che devono esprimere un giudizio ma i giudici. Infatti ci sono 4 processi in corso. O non ti fidi della magistratura?? La sinistra estrema vuole la commissione a senso unico per colpevolizzare le forze dell'ordine, non una commissione che valuti i fatti con distacco. Per questo motivo non ha alcun senso.

Circa la morte di Carlo Giuliani che certo mi addolora, non puoi dirmi che non facesse parte dei ben noti gruppi estremisti...

Francesca ha detto...

Scusa Sal..e quante violenze sono state commesse su Genova, sui cittadini, sulle loro case e i loro negozi e le loro strade e via dicendo?
Bruciano e distruggendo una città si ottiene solo altra violenza.

villorba ha detto...

Ciao Alessandra, sono Paolo.
Ti ringrazio per la visita ai miei blog ed i commenti che hai lasciato. Troppo buona!
Certo che al confronto di questo tuo, mi sento piccolo piccolo. Un gigante contro un nano... Tu fai informazione, stimoli la discussione lasci spazio di critica. Sei in prima linea.
Anche sui fatti di Genova. C'è un giovane morto e questo è drammatico...Ma sapeva di andare in "guerra", perché con i suoi amici la cercava.., la voleva... Ed in "guerra" succede che si muore. Non mi meraviglia sia partito un colpo.
Chissà cosa può essere passato per la testa di un ragazzo poco più che ventenne, assalito da un'orda di persone incappucciate ed inferocite che cercavano di fargli del male. Anche se è un carabiniere, ha provato a difendersi.
I veri colpevoli li troverei fra gli istigatori alla violenza ed alla distruzione che "deve" esserci sempre e comunque...
A presto, ciao.

Alessandra Fontana ha detto...

Grazie Paolo di essermi venuto a trovare!! E ti ringrazio anche per i complimenti che hai voluto farmi... Il tuo blog in realtà è delizioso! Il tuo commento sui fatti di Genova è giusto ed equilibrato e spero di leggerti ancora.
A presto.

sirio2201 ha detto...

Carissima Alessandra,
la morte di Carlo Giuliani è un dolore da commemorare nel silenzio, nel privato del proprio cuore, magari con riflessioni del tipo"Perchè? Era inevitabile? Dove si è sbagliato?
Utilizzare questa morte per farne un'arma politica è questa la strumentalizzazione, Sal di Roma.
Far diventare un eroe un ragazzo che con un estintore in mano stava minacciando, insieme ad altri ragazzi con spranghe, altri ragazzi, dall'altra parte, a difesa della legalità, è questa una strumentalizzazione.
Si può mettere a ferro e a fuoco un'intera città e poi dire che la colpa è della polizia?
La magistratura indagherà su eventuali eccessi delle forze dell'ordine e se ci sono stati è giusto che qualcuno paghi, ma chi vuole la Commissione d'Inchiesta Parlamentare pretende una cosa diversa: utilizzare i fatti di Genova per propaganda ideologica, quindi vuole strumentalizzare.
Per altri la sinistra vuole che si attendi la Giustizia sereni per anni, forse per secoli, per sé, per i propri motivi politici, tutto e subito, ma anche queste sono strumentalizzazioni.
Con affetto.

Anonimo ha detto...

MA ANDATE A FANCULO ALLORA SAPETE KE VI DICO 10 100 1000 RACITI
CARLO FACEVA PARTE DELLE TUTE BIANKE NN DEI BLACK BLOC ECCO KI CANDIDA SILVIO BERLUSCONI AL GOVERNO E I BLACK BLOC NN SONO COMUNISTI MA ANARCHICI
SO PIU COSE IO KE UN ONOREVOLE
A SCS MA SE SI CANDIDA BUS SPENSER KE SI PUO PRETENDERE DA UN PARTITO DEL GENERE
CARLO VIVE HASTA SIEMPRE COMPANEROS

yuri ha detto...

cara alessandra sn uno d kueli che voi faci chiamate black bloc, credo nella distruzione delle proprirtà delle multi, sonoi anche il primo ad ammetere le nostre responsabiulità ma nn cercare d far passare polizia e co... per stinchi d santi sai meglio d me dei soprusi commessi(scuola diaz ecc...) percher sono i primi ad approfittare del bordello per poter sfogarsi e menar le mani su persono che nn hanno niente a che fare con gli scontri ma li per far valere il loro diritto d manifestare. ti ringrazio dello spazio per commenti sono in attesa d risposta ,sempre ANARCHICI!!!!

YURI ha detto...

bellissima alessandra sono un soggetto con idee no global e sono dalla parte dei black bloc nel distruggere le vetrine delle multi,erigere barricate tirare sassi bruciare auto...Sono però anche il primo ad ammetere le proprie responsabilità... il fatto cara alessandra è che tra le nostre fila era pieno di sbirri infiltrati
li per poter provocare e dare la colpa agli anarchici di tutto ,inoltre come mai kuando i carabinieri dovevano caricare i black bloc hanno svoltato e caricato le pacifiche tute bianche? ti do tutte le ragioni per darci contro ma ti assicuro che gli sbirri nn vedevani lora di menare i manganelli per nn parlare di tutte le altre porcherie fatte da chi dovrebbe servire e proteggere rispondimi grazie yuri
sempre ANARCHICI!!!!

valerio ha detto...

buffona

Anonimo ha detto...

Ma vaffanculo stronzo! noi dei Black Bloc facciamo quello che cazzo ci pare e contro chi cazzo ci pare,comprendi?! quanto al tuo fottutto Presidente del Consiglio tienitelo perzzo di merda..come han già detto noi non siamo comunisti,non siamo nazisti..siamo ANARCHICI!!!!!! vai sul vocabolario e trovati sta parola,forse inizierai a capire... Black Bloc sempre...

BlaCk BloCk ha detto...

Io credo nell'uguaglianza delle persone, nella libertà di pensiero di ogni CITTADINO italiano, credo nell'antifascimo e antirazzismo come valori acquisiti dopo 43 milioni di morti, 7 anni di guerra e 20 di dittatura feroce, credo nella libertà di parola, credo nel diritto alla vita come al diritto di scegliere la propria morte, credo nella separazione della religione alla politica, credo nella parità economica, nella rivoluzione e un vero potere al popolo, credo nella parità di ognuno di fronte alla legge, credo nella cultura come strumento fondamentale nel progresso di una società. Mi rivolta pensare che il mio presidente del consiglio sputi sfacciatamente a questi valori, che possa elogiare personaggi mafiosi, avere tra le proprie file neofascisti, definisce la nostra Costituzione "sovietica" ignorando il fatto che questa "carta straccia" è tra le piu moderne, le piu belle del mondo e frutto del sangue di tanti giovani italiani che hanno dato la vita per la nostra libertà, per un nostro futuro migliore, per le i diritti che oggi calpestate come aiuole.Io sono orgoglioso di aver acquisito questi valori, e difendero i miei diritti anche con la morte se necessario, con i fatti, le parole e le idee.

Anonimo ha detto...

Io a Genova c'ero.
Non ho rotto nulla nè fatto male a nessuno eppuro ho rischiato seriamente diverse volte di farmi acchiappare e picchiare.
Saro' sempre il primo a dire che chi ha instigato la violenza a genova in quei giorni è stata la polizia.
Lo dico e lo diro' per sempre con fermezza e convinzione lucida.
A Genova ho visto, ho sofferto, avuto paura, provato tanta rabbia e impotenza.
Tornato a Palermo, incontrato mio padre, sono scoppiato in lacrime senza potermi fermare, quelle che avevo represso in quei tre intensi giorni.
Otto anni dopo sento ancora tutto dentro, vivo come allora.
Io la conosco la verità...io
Sandro Turdo, 18/05/2009 Palermo

Anonimo ha detto...

MA VAFFANCULO BORGHESINA DI MERDA ,SE CI SONO DELLE PERSONE CHE ODIO PROFONDAMENTE SIETE PROPRIO VOI I SOLITI RICCONI DEL CAZZO CHE PENSANO DI ESSERE SUPERIORI AGLI ALTRI , CHE SI CREDONO DEGLI DEI RISPETTO ALLA GENTE COMUNE !!!! SECONDO VOI LE PERSONE CHE ABITANO IN QST PAESE DOVREBBERO STAR ZITTE A GUARDARE TUTTI I GIORNI I REALITY ALLA TV ,MENTRE INVECE DOVREBBERO MANIFESTARE CONTRO QUESTO GOVERNO CONTRO QUESTO SISTEMA CHE NEGA ALLE CLASSI PIù POVERE DI EMERGERE DALLO STATO ECONOMICO IN CUI VERSANO. PRIMA O POI IL TUO CARO PRESIDENTE BERLUSCONI CADRà E TE CON ESSO .

Anonimo ha detto...

credo che dopo questi ultimi commenti Alessandra debba avere il coraggio di rispondere..ma tanto sappiamo bene che il negare l'evidenza è un mestiere che conoscono fin troppo bene , come le grandiose banalità di cui si riempiono la bocca.
Io penso che la sinistra abbia delle grosse responsabilità per aver perduto efficacia e peso politico, ma ....Alessandra..voi avete torto marcio e la morte di Carlo pesa ancora sulle vostre coscienze e...cambiate leader per favore : il papi è finito..
ragazzi, sono con voi
A.

Anonimo ha detto...

fottiti paladino della borghesia!
ancora black bloc, ancora sbirri morti, mandiamo i militari in afganistan con viaggio solo andata

Anonimo ha detto...

fai schifo, vergognati, vorrei calpestare ogni tuo gesto di superbia!ancora black bloc!

Alessandra Fontana ha detto...

chissà perchè fate sempre i furbi nell'anonimato... facile eh? o avete in faccia il passamontagna oppure vi nascondete in rete...
bisogna avere coraggio per dire e difendere i propri pensieri, voi non ce l'avete.

Anonimo ha detto...

non ci si nasconde dietro l'anonimato,siamo tutti un corpo, un cuore, un idea...
a Genova c'ero, c'ero sotto le cariche che non hanno risparmiato una ragazza 17enne, c'ero sotto i manganelli, c'ero quando ci hanno insultati gratuitamente, quando ci hanno costretti a fare il saluto romano.
C'erano centinaia di persone quando sono partite le cariche contro le tute bianche che stavano semplicemente manifestando senza violenza, dato che tutti sembrano sapere tutto qualcuno mi spieghi per quale motivo caricare un corteo, per quale motivo bloccare le vie di fuga, per quale motivo torturare fisicamente e psicologicamente, per quale motivo ridere a telefono e dire: "e fuori uno" riferendosi a Carlo...e potrei avere altre mille domande per ogni manifestazione a cui ho partecipato...
chi c'era non dimentica
Carlo vive e lotta insieme a noi...

gianpietro ha detto...

Quella sera non stava piu' nella pelle. L'andrenalina girava a 1000. Aveva aspettato per settimane il grande evento. Tutto era pronto. Le spranghe, le bottiglie preparate con benzina e lo straccio infilato con cura pronto per essere lanciato verso le tanto odiate forze di polizia. I "compagni" avevano pensato proprio a tutto. Anche i sanpietrini erano stati già portati nei punti nevralgici nelle vie del centro pronti per essere lanciati. Gli obbiettivi erano i soliti. Vetrine di negozi, di banche, le auto parcheggiate di qualche operaio o impiegato da 1200 euro al mese o poco meno, cassonetti e sacchetti dello sporco, la polizia. Una bella "guerra", un bel scontro dove, il giorno seguente, avrebbe seguito con curiosità al telegiornale pregustandosi i momenti più salienti della notte. Anche le risate che si sarebbe fatto con i suoi amici e "compagni" davanti ad un bicchiere di birra ed una "canna" cantando inni cileni e inneggiando al grande "Che". Peccato che tutto sia andato come previsto...i tafferugli, gli incendi, e le botte con la polizia. C'era scappato pure il morto...ma forse quello non era previsto...o no?

Anonimo ha detto...

vi prego fate stare zitta questa donna!!

Anonimo ha detto...

ciò che fanno i black block è sbagliato in parte.....in quanto tale comportamento è la legittima difesa ad una guerra sociale in atto tra proletari e padroni....i quali ammazano gli operai nelle fabriche (morti sul lavoro) e uccidono il nostro futuro (riforma gelmini, legge 30 ecc...)!!!! ps nn scrivere di un mondo che nn conosci borghese del cazzo