Pagine

05 gennaio 2009

LA NEMESI DELLE MANETTE


Curiosa la vita! Ecco che mentre Di Pietro era già pronto ad ingrassarsi sulle disgrazie veltroniane, il destino lo porta a confrontarsi con gli stessi guai.

I dirigenti del Pd non hanno volutamente commentato le ambigue intercettazioni di Cristiano Di Pietro o le indagini per camorra sul deputato Porfidia (IdV), ma sono certa che stiano assistendo con soddisfazione alla nemesi che colpisce Tonino e che indebolisce moltissimo la sua immagine di paladino senza macchia e senza paura della "moralizzazione".

Si vengono a scoprire fatti nuovi, ad esempio la datata preoccupazione di Tonino per la “sovra-esposizione” del bambino chiacchierone.

Improvvisamente l'ex provveditore alle Opere Pubbliche della Campania Mauro Mautone viene trasferito, Cristiano Di Pietro non parla più con lui al telefono. Di Pietro (padre) chiede di parlare di persona con il senatore Nello Formisano ed organizza una riunione politica per tenere fuori il figlio delle vicende campane, dall'indagine. Evidentemente non è bastato, anche se in verità il bimbo non è inquisito, solo intercettato all’interno delle indagini su Mautone.

Lo stesso Mautone che (guarda la casualità) prima delle indagini, l’allora-ministro Di Pietro voleva nei suoi uffici al Ministero …

Un pasticciaccio!

Mentre Di Pietro ha i suoi problemi e continua ad ostentare grande tranquillità, sorridendo ovunque, nel Pd si scopre che la linea di Luciano Violante, il più deciso nel denunciare il "potere senza controllo" delle procure, potrebbe essere un sano punto di partenza per una riforma della giustizia.

Ma guarda … Io ricordo un Psdi (l’ex Pci della fine degli anni 80) oggi Pd che sdegnato da tangentopoli si ergeva a difensore di una magistratura attaccata dai corrotti … Curioso, cambiano idea come cambiano nome al partito!

Ed oggi nel Pd si giustifica anche il certificato di malattia valido per sei mesi del sindaco di Pescara, agli arresti domiciliari, che per non far commissariare il suo comune, si dichiara molto malato ma non si dimette ("impedimento al lavoro per motivi di salute"). Ricorderei ai più distratti che gli arresti erano stati poi revocati alla vigilia di natale dal gip (dopo lo scandalo di Cristiano Di Pietro) con una ordinanza nella quale si giustificava la decisione anche col fatto che D'Alfonso si era dimesso e dunque non c'era il pericolo di interferire con l'inchiesta.

Con questo escamotage il comune verrà governato dal vice-sindaco e nessuno potrà mettere il naso nelle questioni amministrative fino alle prossime elezioni. Molto etico.

Intanto (a proposito di etica rossa) oggi nasce tra mille polemiche la nuova giunta comunale di Napoli, presentata dal sindaco Iervolino che ovviamente non molla la “cadrega” partenopea. Il signora dichiara "È una giunta che nasce senza lacerazioni e senza contrapposizioni".

E già, proprio senza problemi … Peccato che poche ore dopo, l'ex ministro Nicolais si è dimesso polemicamente da segretario provinciale di Napoli del Partito democratico. Seccatissimo sia per i sistemi del rimpasto, sia perché la sindachessa ha registrato tutte le conversazioni avute durante le consultazioni con i partiti per salvare la giunta più screditata d'Italia. Sistemi da Kgb, caro Nicolais, di cosa si stupisce? Risultato: Veltroni ha commissariato la federazione di Napoli e credo sia andato mestamente a casa per piangere in solitudine …

Qualche motivo per piangere in realtà c’è. La mazzata della sconfitta elettorale per il governo, la massacrata di Roma, la facciata in Abruzzo, le prossime complesse elezioni in Sardegna dopo le dimissioni di Soru, le difficili elezioni amministrative ed europee con sondaggi non proprio incoraggianti. Per quante alleanze a geometria variabile vorrà mettere in atto il buon Walter deve stare attento a non sfiorare quel 25-26% che molti sondaggisti vedono all’orizzonte. E per finire D’Alema & C pronti ad azzannarlo al congresso nazionale insieme ai prodiani, a Parisi ed agli ex Popolari di Marini.

Complimenti a questa sinistra! Unita, maestra di etica e vincente.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

TUTTI POSSONO FARE DEGLI ERRORI DI VALUTAZIONE DELLE PERSONE.
TONINO OLTRE AL CERTIFICATO PENALE NON PUO' ENTRARE NELLA TESTA DELLE PERSONE.
IN QUANTO AL FIGLIO ,LE VORREI RICORDARE CHE NON HA COMMESSO ALCUN REATO PENALMENTE PERSEGUIBILE, HA AGITO CON MALCOSTUME FORSE, QUESTO SI, MA IL PADRE NON LO HA DIFESO, ANZI ... HA DETTO A CHIARE LETTERE AI GIUDICI DI ANDARE AVANTI E POI, CRISTIANO SI E' DIMESSO DA TUTTE LE CARICHE DI PARTITO... QUESTI SONO SEGNALI INEQUIVOCABILI DI TRASPARENZA... CERTO ORA DOBBIAMO VEDERE IL PROSIEGUO, DOBBIAMO VEDERE COME SI MUOVERA' TONINO VISTO CHE IL CERTIFICATO PENALE NON BASTA PER TENERE LONTANO GENTE POCO AFFIDABILE...
pRIMA DI SCRIVERE QUESTO PEZZETTO SCOPIAZZATO AVREBBE DOVUTO FARE UN ESAME DI COSCIENZA LEI CHE MILITA IN UN' ACCOZZAGLIA DI INQUISITI,CONDANNATI E CORROTTI...
SE POI A LEI BASTA CHE IL "VICINO" SIA PESCATO A "RUBARE" PER CANTARE VITTORIA E CERCARE GIUSTIFICHE ALLORA è PROPRIO UN IDIOTA FINO AL COLLO....

Alessandra Fontana ha detto...

Ehilà, anonimo sbraitante!! Povero, la vedo affannato nel difendere Tonino... l'ho punta sul vivo?
Veda, caro anonimo il figliuolo del nostro finto moralizzatore, si è ritirato dal partito ma non ha lasciato il posto da consigliere che gli è stato dato da quel partito! Si è iscritto al gruppo misto e si è ben guardato dal rinunciare agli emolumenti ed alla posizione. Se proprio voleva dare un segnale di correttezza avrebbe dovuto dimettersi da consigliere. Oppure, se sicuro della propria innocenza, attendere tranquillamente gli eventi senza dimissioni.
Il padre non l'ha difeso?!?
Forse lei non ha seguito l'intervista del buon Di Pietro con sorriso fisso stampato sulla faccia a Skytg24... Il nostro eroe ha detto (sempre sorridendo) che se dovessimo mettere in galera tutti quelli che segnalano un amico, l'Italia sarebbe chiusa in un recinto... A voler giustificare un atteggiamento che però in questo caso riguardava un amministratore pubblico (suo figlio) ed un dirigente della Regione notoriamente corrotto. Se il consigliere fosse stato del PdL o del Pd l'atteggiamento del finto moralizzatore sarebbe stato molto diverso! E' ovvio caro anonimo, che nel momento del disastro Di Pietro non poteva dire "lasciate stare mio figlio!!", ma ha dovuto trangugiare il boccone e (sorridendo) incitare i giudici a fare il loro dovere...
Lei parla di trasparenza, di certificati penali e di quanto siano invece tutti corrotti coloro che militano (io non milito solo caro anonimo) nel PdL. Forse non sa che per iscriversi a Forza Italia bisogna presentare certificato penale ed anche il casellario giudiziario. L'avranno presentati falsi...!! ;))
Lei è ridicolo caro anonimo. Capisco che la ferisca scoprire che il suo idolo è un normale furbetto, ma la sua difesa in maiuscolo è tra il buffo ed il patetico. Attenda il prosieguo e speri che le conoscenze del suo eroe riescano ad insabbiare tutto!
Io non canto vittoria se qualcuno dei miei avversari ruba, però non sopporto che vi sia un atteggiamento di finta superiorità morale che viene sbandierata da chi dovrebbe tacere.
Come avrebbe dovuto fare anche lei.
Cordialità

p.s. Sia cortese e mi dica da dove avrei "scoppiazzato". Grazie.

Alessandra Fontana ha detto...

Ah caro anonimo, con calma poi mi spiega dove sono finiti i 40 milioni di euro di rimborsi elettorali che invece di arrivare all'IdV sono stati elargiti ad una fondazione di Di Pietro e moglie??
Ma per favore...

Anonimo ha detto...

Ciao maria, volevo chiederti una cosa per quanto riguarda la privatizazione, secondo come la penso io lo stato secondo me privatizando tutto e dando finanziamenti alle imprese private, Ha pensato che non solo quelle imprese potevano produrre di piu, ma poteva avere anche piu dipendenti da pagare, non e andata propio cosi. Autostrade italiane: con quei finanziamenti che dovevano pagare i dipendenti, ha licenziato il casellare e lo ha sostituito con una macchinetta. Questo significa che l'azienda non ha guardato all'interesse dello stato, ma ha considerato il fatto che con quei soldi poteva avere meno costi per il futuro, e quindi piu denaro, e infatti una delle teorie economiche e produrre al minor costo possibile. Puo essere che la nostra situazione diventerà come quella dell' america? che se non lavori non puoi permetterti piu niente? ci saranno cose tipo la sanità e l' sitruzione che non avranno costi elevati? e il federalismo porterà dei guadagni nelle regioni ricche e dove le pubblice amministrazioni funzionano, ma in una regione come la campania puo funzionare il federalismo?

Anonimo ha detto...

AHAHAH nella pdl,partito dei ladri, chiedono il certificato penale..... e dell'utri che cosa ha presentato?
E TUTTI GLI ALTRI' e il suo padrone, ovviamente i processi lui li evita. grazie alle leggine che si è varato-----

Anonimo ha detto...

Dove sono finiti i 40 milioni??? Bè i Di Pietro hanno fatto acquisti ultimamente, no? Dieci appartamenti ad esempio costano!
Ciao Ale, grazie.

Enzo