Pagine

19 febbraio 2009

COMINCIA LA CAMPAGNA ELETTORALE DI BEPPINO

Chi era convinto che Englaro fosse in buona fede e non avesse in mente una carriera politica oltre a quella di scrittore molto tempista?
Chi ci dava dei “maligni” quando evidenziavamo un lieve interesse sinistro per il mondo della politica da parte di Beppino?
Beh ora dovrà cominciare a ricredersi. Beppino Englaro in collegamento telefonico (come i leader o i Presidenti della Repubblica) parlerà alla piazza!!
Sono passati 10 giorni dalla morte della figlia …


Roma, 19 feb. (Apcom) - La legge sul testamento biologico che il Parlamento si appresta ad approvare è "una vera e propria barbarie", secondo Beppino Englaro.
"Una legge assurda e incostituzionale contro la quale è assolutamente necessario che i cittadini facciano sentire la propria voce e scendano in piazza a manifestare", afferma il padre di Eluana aderendo alla manifestazione 'Sì alla vita, no alla tortura di Stato' organizzata dalla rivista 'MicroMega' che si svolgerà a Roma sabato 21 febbraio in piazza Farnese.
Un comunicato rende noto che Beppino Englaro parteciperà alla manifestazione attraverso un collegamento telefonico perché "i cittadini, che hanno le idee molto più chiare dei nostri parlamentari, devono tutelare i propri diritti fondamentali che questa legge mette in discussione preparando il terreno per un vero e proprio Stato etico". Se la legge in discussione in Parlamento dovesse essere approvata, Englaro si augura una rapida abrogazione da parte della Corte costituzionale oppure quella del referendum sarà una via obbligata, vista la "manifesta anticostituzionalità di una legge che nega le libertà fondamentali dei cittadini".

Naturalmente l'intervento di Beppino Englaro si potrà ascoltare integralmente su www.micromega.net … starò certamente collegata !!! Di sicuro. :)



6 commenti:

Anonimo ha detto...

Oh mio Dio ma che ti ha fatto quest'uomo per essere crocifisso da una sciacalla come te.
Non ti basta che abbia tenuto la sua unica figlia su un letto per 17 anni, priva di coscienza, senza potergli mai dire una parola o ricevere da lei un sorriso?
Vuoi tappargli la bocca?
Lui ha combattuto la sua battaglia,tanti lo condividono ,tanti invece no, logico che voglia dire la sua sul ddl.
Vuoi togliergli i diritti civili?
Ma smettila di fare il corvo sulle disgrazie degli altri. Questo modo è solo puerile, non c'entra niente qui la politica.

Ma già, tu devi servire, Colombina!

Alessandra Fontana ha detto...

Ehi anonimo... tu ti permetti di darmi della "sciacalla" perchè esprimo il mio pensiero ed io non posso parlare di Englaro? Il signor Englaro ha chiesto il silenzio dopo la morte della figlia? Tutti zitti anche se ci si domandava come si potesse pretendere silenzio dopo tanto voluto clamore. Il signor Englaro rompe il silenzio quando ne ha voglia lui (dopo 10 giorni)e noi dobbiamo ancora tacere? E' questa la vostra idea di democrazia? Se parliamo siamo sciacalli...
Tu sai, anonimo, quanti sono i genitori nelle condizioni di Englaro che però vivono il loro dolore senza strumentalizzarlo?
Vedremo chi fa politica e chi segnala comportamenti anomali.

E poi sai, anonimo, io non "devo servire" nessuno. Io esprimo il mio pensiero in libertà come fai tu. Solo che tu ti nascondi nell'ombra e nella tua vigliaccheria. Io no.

Anonimo ha detto...

S ti dico che mi chiamo antonio, o rosa o maria cambia qualcosa?
vigliacca sei
te che hai preso di mira Beppino Englaro, solo perchè non ha le tue stesse opinioni e anche perchè non sta dalla parte dei servetti....
Non si tratta di non poter esprimere opinioni, ma tu fai sciacallaggio perchè vuoi entrare nei sentimenti più profondi di una persona, strumentalizzi il dolore, renditene conto e smettila... parla del ddl, difendilo, critica le idee non i comportamenti di una persona che sa solo lui quanto ha sofferto e come ha sofferto...
questi sono inciuci da bettola, non hanno niente a che fare con l'espressione libera e critica.
Ma tanto non capirai mai, sei una che deve servire e lo fai nel peggior modo possibile, almeno per questa vicenda.
Ciao, colombina.

Alessandra Fontana ha detto...

No anonimo, non ci siamo. Se tu usassi nome e cognome come faccio io, potresti evitare di fregiarti del titolo di vigliacco. Continuando così invece sarai "il vigliacco" come tutti quelli che si nascondono tirando sassi.

Passiamo a cose più interessanti.

Io non ho "preso di mira" Englaro, è stato lui ad infilarsi nella nostra vita e ad invadere il video e la stampa con la "sua battaglia" (lo dici tu)
Bravo vigliacco! La "sua" battaglia. Perchè noi non sapremo mai se Eluana avrebbe davvero voluto morire di fame e di sete. Questa morte l'ha scelta il sig. Englaro. Sulla base di dichiarazioni fatte da amici e conoscenti. Per una frase (come se ne dicono tante) detta anni prima dell'incidente, circa un amico grave in ospedale. Ma siamo impazziti...? Io non metto in dubbio la libertà di chiunque nel decidere di voler spegnere la propria spina, ma deve essere molto chiara la volontà. Un foglio firmato con le proprie volontà, aggiornato temporalmente (perchè è anche possibile cambiare idea)e conservato tra i documenti. Non mi sembra chiedere molto.

Beppino Englaro ha fatto la "sua battaglia" e se ne prende tutte le responsabilità, compresa quella di rischiare le critiche. Troppo comodo chiedere il silenzio quando fa comodo...
Della storia di Eluana e del padre, non mi è piaciuta la metodologia utilizzata per far morire una figlia. Non mi è piaciuto vedere il libro scritto da Englaro uscire in libreria tempestivamente due giorni dopo la morte della figlia. Non mi è piaciuto che Englaro non abbia passato nemmeno un minuto a Udine accanto alla figlia mentre moriva. Non mi è piaciuto che avesse deciso per un funerale sbrigativo senza benedizione e rapida cremazione, sempre senza presentarsi (lo zio ha gestito benedizione e sepoltura). Non mi è piaciuto che dopo 10 giorni dalla morte della figlia, dopo aver chiesto il silenzio, Englaro si sia messo a giudicare una legge (su cui si può discutere come sempre) definendola una "barbarie" senza rispetto per il pensiero di chi non la pensa come lui, usando una platea politicamente schierata. Non mi è piaciuto e non mi piace che Englaro sulla scia della morte della figlia, si faccia pubblicità per vendere libri e per guadagnare un seggio parlamentare.

Tutto questo lo dice una persona che staccherà la propria spina se ce ne fosse la necessità, una persona che non frequenta con assiduità la chiesa, una persona che vuole essere cremata. Una persona però che non potrebbe mai strumentalizzare in questo modo la sofferenza di un figlio.

Qui non c'è nessun inciucio, nessun sciacallaggio, nessun servitore.
Vede inciuci e sciacallaggi chi li usa e li frequenta. Vede servi chi è servo.
Qui c'è chi giudica liberamente un comportamento che si è messo volontariamente in vetrina.
Quindi anonimo, nessuno smetterà di esprimere il proprio pensiero proprio come il sig Englaro non smetterà di fare la "sua battaglia" ma questa volta per la ribalta.
Vedremo chi avrà ragione.

Anonimo ha detto...

Questo è l'ultima volta che replico alle tue boiate.
Io non discuto le opinioni in merito, ognuno ha le sue ed è legittimo averle, come ognuno deve essere libero di staccare o no la spina.
Discuto il modo becero di entrare nei sentimenti e nei comportamenti degli altri,per il solo scopo di attaccare una parte politica e difenderne un'altra.
Lo stesso modo becero di quella specie di premier che ha detto boiate su Eluana, come che potesse generare, come che gli avevano riferito che in quel letto c'era una bella donna che sorrideva e poteva passeggiare, questo è solo sciacallaggio politico.
Quello che stai facendo tu nei confronti di chi ha amato una figlia e ha sofferto per lei.
Nessuno di noi dovrebbe avere mai l'ardire di erigersi da giudice in questei drammi personali e familiari.
Se Englaro ha portato la sua vicenda sotto i riflettori dell'opinione pubblica è perchè ha sempre voluto muoversi nella legalità, avrebbe potuto agire diversamente, portarsi la figlia a casa e farla spegnere naturalmente, l'avrebbe potuta portare all'estero e attuare quello che lui dice avrebbe desiderato Eluana(chi meglio dei genitori conosce i propri figli,il loro pensiero,il loro modo di intendere la vita? Vuoi forse sostituirti A loro, oppure insinuare che abbia voluto liberarsi di un fardello, come ha fatto quella specie di zombi di un premier che ha speculato cinicamente sul letto di morte di Eluana?)invece Beppino si è mosso nella legalità ed ha avuto una sentenza della magistratura secondo i dettami della Carta costituzionale.E poi ha anche un altro merito, quello di aver portato nella dialettica del dibattito politico/etico/sociale il tema del testamento biologico su cui, da anni, nonostante altri casi simili, la politica tutta è stata fortemente e colpevolmente latitante.
Ora tu vuoi giudicare un padre, i suoi comportamenti, l'organizzazione del funerale,ecc.ecc. ma questi sono fatti che appartengono alla sfera privata e su cui si è, colpevolmente, inciuciato troppo.
Io la penso così, tu no, continua pure a speculare su un dramma, ti definisci da sola.
In quanto ai futuri comportamenti di Englaro, alle sue scelte, diamo tempo al tempo, non anticipiamo le "mosse" e poi, seppure dovesse scendere i politica, ne avrebbe tutte le motivazioni, dopo che la politica ha usato spregievolmente la sua vicenda, sicuramente sarebbe migliore delle veline, attricette fallite e concubine che attualmente campano con i soldi dei contribuenti giacchè siedono in parlamento non per volere del popolo ma per i posti in lista che gli hanno ceduto in cambio dei loro "servigi" i "capipopolo".
In quanto al servilismo, io , mi dispiace per te, ma non appartengo alla schiera dei lecchini, di quella ci fai parte tu.
Io critico politicamente chi mi pare, anche le scelte della mia parte politica, che, ad es. su questo tema, non è ancora stata capace di prendere una posizione netta, pur se su questi temi, darei ampia libertà di pensiero.
In quanto all'anonimato, è un'altra polemica pretestuosa.
Blogger da l'opzione di anonimo, quindi si può scegliere. Io la scelgo perchè ritengo che sia importante esprimere le proprie opinioni, indipendentemente dalla firma, che può non essere considerata.
Fa parte della scelta opzionale, quindi......la vigliaccheria sta da tutt'altra parte, sta ad es. appellarsi a queste puerili argomentazioni per difendere e rafforzare la propria opinione
Ed ora scatenati con le solite boiate, tanto non meriti nemmeno che le legga.
Puoi anche non pubblicarlo,se ti fa piacere, questo commento.
Questo spazio sembra il tempio del berlusconismo puro, alias il lecchinaggio e servilismo.
Non vi è la benchè minima idea personale o critica e autocritica, ma tutto quello che leggiamo dal giornale della famiglia berlusca, quello che sentiamo dai tg allineati,da fede, studio aperto e, da un pò di tempo dal contenitore su canale 5 al mattino e al pomeriggio.
Togliamoci questi mezzi di bombardamento al berlusca e poi vedremo se gli italiani saranno sempre più coglioni e cogliongelli.
In questo caso, si potrebbe verificare chi ha ragione.

Alessandra Fontana ha detto...

Ari-anonimo vigliacco... chi scrive "Questo spazio sembra il tempio del berlusconismo puro, alias il lecchinaggio e servilismo." è un ammalato. Tu sei un malato irreversibile. Quindi bravo, stacca la spina ... :)

p.s. Come vedi, al solito pubblico le tue farneticazioni e le tue bugie. Sono lieta però che tu non abbia intenzione di tornare a trovarci. Addio!!!