Pagine

19 febbraio 2009

DITEMI CHI E’ QUEL MAGISTRATO …

Sono Karol Racz 36 anni e Alexandru Istoika Loyos 20 anni, i due romeni accusati dello stupro della ragazzina di 14 anni nel Parco della Caffarella a Roma.
Il più giovane ha confessato "All'inizio volevamo solo rapinare quei due ma poi abbiamo visto che la ragazza era carina e abbiamo cambiato idea".
Proprio questo delinquente, nel 2008 era stato raggiunto da un decreto di espulsione e rimpatrio poi non convalidato grazie all’intervento di un magistrato di Bologna che aveva annullato la decisione del Prefetto.

Ecco, allora io voglio sapere il nome di quel magistrato bolognese. Voglio sapere chi è questo genio della giustizia. Voglio sapere perché ha deciso di annullare la decisione del Prefetto. E’ ora che questa gente superficiale e di cultura buonista e demagogica prenda le proprie responsabilità.

Voglio guardarlo in faccia e ascoltare le sue giustificazioni per poi dirgli che è un irresponsabile.



31 commenti:

jo ha detto...

anche sul mio blog ho ripreso questo post che segnalo, davvero notevole:
http://miemezzeverita.splinder.com/post/19886808/On.+Di+Pietro,+un+mi+dispiace+

ciao

Anonimo ha detto...

Ora il minimo che potresti fare è chiedere scusa a queste persone...ma tanto con la stupidaggine che ti ritrovi magari pensi pure di avere ragione.
ecco cosa ha portato la destra in Italia, un colpevole ad ogni costo e... meglio che sia rumeno, non importa che sia il rumeno colpevole.
Meno male che c'è il dna, senza il quale due innocenti sarebbero dietro le sbarre a marcire e, tipi come te a inveire. VERGOGNA!!

Alessandra Fontana ha detto...

Anonimo...ma che stai a dì...!!!
Ovviamente non hai capito niulla di ciò che ho scritto. Rileggi.
Mi riferivo al giudice di Bologna che non aveva convalidato il decreto di espulsione emesso dal Prefetto nel 2008. Non devo proprio scusarmi con nessuno. Attendo le tue scuse, ma siccome sei un ignorante che insulta per partito preso non le riceverò mai.

Dario di manto ha detto...

Cara alessandra,
riguardo al giudice di bologna dovresti informarti sulle ragioni che lo hanno indotto a non convalidare il decreto del prefetto. Come fai a chiamarlo superficiale e buonista se prima non ti informi? Non mi dire che doveva essere il giudice a fornirti le motivazioni!?
Inoltre, dal testo dell'articolo è chiarissmo il collegamento della critica alla mancata convalida del decreto alla...ferocia di quel rumeno che hai giudicato colpevole in un sol giorno (molto indicativa la foto che hai scelto!) in barba alle garanzie costituzionali. Ma non i comunsiti i giustizialisti?
Saluti.

dario di manto ha detto...

cara alessandra,
ma mi hai censurato?

Alessandra Fontana ha detto...

No Dario... Cosa avrei censurato? Mi hai mandato qualche commento che non ho pubblicato? Non mi sembra. Fammi sapere oppure rimandalo. Grazie.

dario ha detto...

cara alessandra,
sì ti avevo mandato un commento ma non è apparso. NOn so se puoi recuperarlo...se non puoi ti scriverò di nuovo. Ciao

dario ha detto...

cara alessandra capisco che i miei post ti abbiano infastidito (due sono scomparsi) ma...che senso ha allora avere un blog?

Alessandra Fontana ha detto...

Dario, non ho davvero idea di quale commento non avrei pubblicato. Ho controllato anche nella pagina dei commenti non pubblicati, ma non ne ho.
Puoi rimandarli?
Grazie.

Dario ha detto...

Cara alessandra,
il discorso è questo:
1-se non sei stata giustizialista perchè allora hai usato l'aggettivo "delinquente"?
2-se non sei stata giustizialista, perchè allora hai criticato il provvedimento del giudice che ha annullato il decreto di espulsione del prefetto?
3-la cosa ancor più grave poi è che hai confuso processo penale ed espulsione: annullamento del decreto di espulsione e successiva presunta violenza sessuale non sono in alcun modo in collegamento, anche perchè la presunta violenza è successiva all'annullamento del decreto!
4-insomma hai denigrato un magistrato dimostrando di non avere grandi conoscenze in materia. E cosa ancor più grave è che lo hai fatto SENZA CONOSCERE LE MOTIVAZIONI del suo provvedimento(tu stesso lo hai scritto!).
Insomma ti sei dimostrata giustizialista da un lato (ma non era una caratteristica dei dipietristi?) e persecutoria nei confronti della magistratura (in perfetto stile, ahimé, pidiellino).
Credo che il tuo articolo parli chiaro, anzi chirissimo.
Come minimo dovresti scrivere un altro articolo e chiedere due volte scusa: una volta ai due ragazzi e un'altra volta al MAGISTRATO.
Spero che stavolta il mio post non scompaia...questa è la prova di come anche la magistratura buona sia ingiustificatamente sotto attacco.
Saluti.

Alessandra Fontana ha detto...

Dario, non concordo con le tue conclusioni. Il magistrato ha comunque sbagliato. Non ha importanza che il ragazzo non fosse il violentatore, è evidentemente un delinquente. Il Prefetto l'aveva espulso con motivazioni molto serie.

dario ha detto...

Cara alessandra,
siamo al punto di partenza:
ma tu le conosci le motivazioni del magistrato sì o no? Perchè se le conosci è un conto, se non le conosci il tuo discorso non ha senso.
Inoltre non hai risposto al punto 1.
Saluti.

Dario ha detto...

Cara Alessandra,
attendo una risposta articolata.
Saluti.

dario ha detto...

Cara alessandra,
ti ho scritto da tempo immemore.
Non rispondermi equivale per certi versi a censurarmi.
La conclusione è sempre la stessa: perchè hai un blog allora?
Saluti.

dario ha detto...

Cara alessandra,
il silenzio continua...
Perchè hai un blog se poi ti sottrai al dibattito?

Alessandra Fontana ha detto...

Darioooo che noiaaaa... Ma che vuoi ancora che ti risponda??!!!
E' semplice. Lo dico per l'ultima volta.

Nel 2008 il rumeno era stato raggiunto da un decreto di espulsione e rimpatrio deciso dal Prefetto per gravi motivi.
L’intervento di un magistrato (una magistrata per essere precisi) di Bologna aveva annullato la decisione del Prefetto.

Il rumeno è stato poi arrestato e trattenuto per la vicenda dello stupro. Non era stato lui a stuprare la ragazza, ma resta il fatto che il ragazzo fosse senza lavoro, senza permesso, senza documenti e senza fissa dimora. Dobbiamo tenerlo qui? O forse quella "magistrata" bolognese ha sbagliato e a quest'ora forse il biondino rom potrebbe essere in altro luogo a fare lo sbandato che, come hanno dimostrato, ruba ferro e lo rivende?

O pensi che dobbiamo ospitare tutti i nulla-facenti del mondo? Io non lo penso.

Dario ha detto...

Cara alessandra,
è chiaro che i clandestini vadano SBATTUTI FUORI dall'italia, ma questo che c'entra col discorso? Ecco perchè ti ho scritto che non sei stata pertinente.
SALUTI.
P.S.:naturalmente se ti dà fastidio rispondere dimmelo...e la smetterò immediatamente, non c'è alcun problema. L'importante è essere chiari.

dario ha detto...

Come mai il mio post non è comparso?
Saluti.

dario ha detto...

Incredibile ma vero sono scomparso. Tutto questo perchè hai scritto un articolo orribile, giustizialista, offensivo verso la magistratura e soprattutto privo di motivazioni! Tu stessa hai scritto di non conoscere le motivazioni del magistrato: come fai a giudicarle??? Quello che il prefetto ha giudicato "grave", il giudice l'ha giudicato non grave. Ma se non conosci quelle motivazioni, come fai ad esprimere un tuo giudizio??? Il tuo articolo è intriso di odio verso la magistratura e di accanimento giudiziario verso due stranieri. E poi rompete con la presunzione di innocenza (di fronte a semplici giudizi politici, non penali!)verso chi, come marcello dell'utri, ha frequentato e frenquenta boss mafiosi nel paese di falcone e borsellino! Ecco la verità: 1-utilizzi due pesi e due misure 2-condanni i giustizialisti salvo poi rivelarti giustizialista 3-ti dici per la libertà, ma disprezzi quella dei deboli e pratichi la censura intellettuale 4-ti dici per il rispetto, ma poi ti mostri IMMOTIVATAMENTE irrispettosa e violenta (con le parole) nei confronti della magistratura. Ha senso intavolare un qualsiasi ragionamento con chi si comporta così?
Cara alessandra, la mia è una critica legittima, sono stato duro ma ho motivato: hai scritto un articolo raccapricciante. Il colmo del colmo è che tu stesso l'hai scritto: "voglio conoscere le motivazioni per poi...". Le persone civili fanno il contrario: prima asoltano le motivazioni e poi...Se il leit-motiv nel pdl è questo allora sono fiero di non averlo mai votato. IO SONO UN LIBERALE (vero).
Saluti.

Alessandra Fontana ha detto...

No Dario, sei sparito perchè continui a fare le stesse ossessive domande cui ho già risposto. Non posso passare il tempo a rispondere alle stesse questioni.
Cambia argomento!

dario ha detto...

No tu non mi hai risposto!!!!Ora chiami ossessive domande scomode che hanno messo a nudo la follia del tuo articolo.
Risposta precisa a domanda precisa:
1-se non conosci le motivazioni del giudice come fai a giudicare?
2-perchè hai chiamato delinquente quello straniero?
Altro che domande ossessive! Questo è buon senso!
Scommettiamo che NON PUBBLICHERAI MAI QUESTE DOMANDE? Oppure che se le pubblicherai NON DARAI MAI UNA RISPOSTA PERTINENTE?
Ti consiglio una cosa:
ammetti di aver scritto un articolo non alla tua altezza. Le persone intelligenti ammettono i propri errori...dimostrati persona intelligente e ne guadagnerai in credibilità. Altrimenti perchè hai un blog? Per limitarti a lanciare slogan?
Saluti

Alessandra Fontana ha detto...

Dario, ti avviso. Questa è l'ultima volta che ti pubblico su questo argomento e che ti rispondo. Sei matto?
Ho già risposto più volte.
Il Prefetto aveva espulso il ragazzo PERCHE' senza lavoro, senza permesso, senza documenti e senza fissa dimora. Queste sono le motivazioni, capito????
Non sono sufficienti????!!!
Ha sbagliato quindi quella magistrata bolognese a ritirare il decreto d'espulsione. Che tu sia d'accordo o no, è così.
PUNTO.

DARIO ha detto...

Cara alessandra,
ma non puoi ogni volta omettere di rispondere alla mie DUE DOMANDE:
1-conosciamo le motivazioni del prefetto che APPAIONO giuste, ma non quelle del giudice. Quindi come fai a giudicarle sbagliate? Che ne sai se sono emersi nuovi elementi che hanno spinto il giudice ad annullare il decreto di esplusione?
2-hai chiamato quel rumeno delinquente prima della condanna definitiva, quindi sei stata giustizialista (altro che di pietro!).
Non è che non mi hai risposto, mi hai risposto in modo insufficiente.
Se poi ti dà fastidio ragionare in modo approfondito, dimmelo subito e non ti scriverò più. Ma la figuraccia la farai tu non io. Discutere e ragionare non è mai ossessivo né una perdita di tempo. Almeno così la pensano le persone civili.
DUE DOMANDE, DUE RISPOSTE SECCHE.
Saluti.

Dario ha detto...

Allora,
1-se sono emersi nuovi elementi come fai a saperlo? Vuoi dare per scontato che non è così? E questo non significa essere prevenuti ideologicamente verso la magistratura?
2-PERCHE' HAI SCRITTO DELINQUENTE?
3-come vedi non sono ossessivo, queste sono domande alle quali non hai risposto!
Ma se non mi rispondi, PERCHE' HAI UN BLOG? Per prenderti la ragione sempre e comunque anche quando hai torto, attraverso la censura? COMPORTAMENTO CENSURABILE: alla faccia della libertà! QUesti sono casi che mi fanno meditare quanto le parole siano usate in modo vuoto, senza alcun contenuto: tu non conosci il significato di libertà e non sei liberale. Sei giustizialista ed ideologicamente prevenuta verso tutto quello che è diverso da te.
COMPLIMETI VIVISSIMI, (IN)DEGNA RAPPRESENTANTE DELLA LIBERTA'. Mi ricordi tanto i comunisti.....
Da uno studente, un convinto liberale, antifascista e anticomunsita. Io sono per la libertà, non tu! Non ti ho mai mancato e questa è la conclusione: mi censuri solo perchè non sai cosa rispondermi. Un consiglio: chiudi il blog.

dario ha detto...

1-Perché hai scritto "delinquente"?
2-come fai a sapere che non sono emersi nuovi elementi o che il giudice ha valutato gli stessi elementi in modo diverso?
3-è sconvolgente che tu abbia un blog e che ti ponga in modo così gentile, tollerante e...liberale.
Non c'è niente da fare: è la violenza intellettuale (si fa per dire) tipica dei berlusconiani.
RISPONDI, oppure ammetti di aver scritto un articolo intriso di ignoranza e odio ideologico. A proposito: MA DI DI DIRITTO CHE CACCHIO CAPISCI? Ma sei laureata in giurisprudenza per caso? Già conosco la risposta: NO. E il tuo è il tipico atteggiamento di coloro che discutono di cose che non conoscono. Il tuo articolo lo vederei bene in un bar dello sport...lì sì che troveresti consensi. SEI UNA COMUNISTA.

dario ha detto...

Penso di far circolare questo articolo su internet come simbolo dell'odio ideologico del pdl nei confronti della magistratura. Questo articolo è davvero spazzatura, ma ancor più il tuo atteggiamento di censura. E chi se lo aspettava!?

dario ha detto...

ho riletto un attimo i post che ci siamo scambiati: mi è venuto il dubbio che mi fosse scappato qualcosa. Ho trovato la tua risposta alla mia domanda" perchè delinquente".
La risposta è: era senza fissa dimora e senza permesso di soggiorno.
RACCAPRICCIANTE.
Naturalmente quegli avanzi di galera che riempiono il tuo partito sono persone per bene...Sei folle.

dario ha detto...

Sei un'illiberale fascio-comunista. Tipica pidiellina.
Chiudi il blog, sii coerente.

dario ha detto...

Sei giustizialista e illiberale, come e peggio dei comunisti.
E riguardo al tuo post-spazzatura, voglio rammentarti che denota lacune culturali evidenti.
Sai com'è, discutere di faccende poltiche, almento a certi livelli, presuppone conoscenze giuridiche, filosofiche, storiche ecc.....Dal tuo post si percepisce chiaramente che queste sono materie a te completamente sconosciute. Il tuo post andrebbe bene in un bar dello sport, magari un bar del profondo veneto stracolmo di camicie verdi, birra in mano.
Tu dici di essere un'imprenditrice, anche in gamba. E allora, cara alessandra, dedicati agli affari! Parlare di politica senza avere una buona base culturale, spinge a fare brutte figure e a...censurare (che poi è la figura peggiore di tutte). Che esempio di libertà che sei, mai fai inorgoglire di non aver mai votato il tuo partito.La libertà, la democrazia ecc...per te, come per il tuo partito, sono solo stupidi slogan. TU PRATICHI LA CENSURA quando non sei al livello del tuo interlocutore.

dario ha detto...

La differenza tra te e quel magistrato è che lei è un giurista e quindi un'esperta di diritto. Tu invece che di diritto non capisci un tubo (ma anche di altre cose perché probabilmente non sei nemmeno laureata) ti sei permessa di criticarla, SENZA CAPIRE che sussiste l'eventualità (probablissima in diritto) di valurare lo stesso elemento in maniera profondamente differente. Quindi tu sei una ciuccia presuntuosa (si direbbe a napoli), oltre che una VIGLIACCA naturalmente, perchè ti sottrai al confronto.
ALessandra, hai fatto 'na figura 'e m.....Non voglio essere volgare perchè non lo sono. La gente come te mi fa venire il disgusto per la politica, perchè non si capisce bene dove finisce l'analfabetismo (inqueto caso giuridico) e dove inizia la mala fede. Continua così, mi raccomando. E come sempre un consiglio: chiudi il blog.

dario ha detto...

sei una perfetta pidiellina: mortifichi quei valori che formalmente propugni. Libertà di parola, democrazia, confronto di idee franco e cordiale, garantismo ecc......Complimenti cara alessandra: sarai una grandiosa imprenditrice...ma una scarsissima politica. Per far politica (in senso alto intendo!) occorre cultura e tanto tanto rispetto per interlocutori e per i poteri dello stato.
Ti ostini nel censurarmi e nel non rettificare il tuo articolo-spazzatura. W LA LIBERTA'! Ma come si fa a non "schifare" il pdl se è pieno zeppo di gente come te?
Saluti da un interlocutore cordiale e rispettoso di chi la pensa diversamente.
P.S:insisto, non riesco a capire dove finisce l'analfabetismo (giuridico in questo caso) e dove inizi la mala fede.