Pagine

04 luglio 2009

E COSI’ SI SCOPRE CHE A BARI …

Ma guarda, allora lo scandalo barese non era in realtà la signora D’Addario che registrava anche gli aliti di vento e che preparava in modo maniacale i suoi album fotografici in casa del Premier colpevole di aver organizzato una cena senza perquisizioni e richiesta di casellario giudiziale …

Lo scandalo vero sono le liaisons dangereuses della sinistra nel mondo della sanità pugliese! Hai capito i furbacchioni? Cercavano di coprire miseramente le schifezze fatte, con fantasie pruriginose attribuite a Berlusconi.

Ma la magistratura ha già dovuto ammettere che quel filone d’inchiesta è inesistente. Come al solito, tanto rumore per nulla. Però non vedo in questi giorni titoli cubitali sui veri fatti pugliesi su Repubblica o il Corriere. Come mai?

Intanto però salta fuori la verità e si leggono stralci di intercettazioni telefoniche a dir poco imbarazzanti nelle quali importanti esponenti del Pd locale legati a filo doppio con i vertici romani, dicono frasi tipo “Diventeremo un armadio che contiene tutti gli scheletri, e avremo un grande potere” oppure “L’Asl deve fare quello che diciamo noi qui è Rana che comanda”. (Diego Rana, proprietario di un centro di riabilitazione) o ancora “è il referente che comanda qua, pertanto mettetevi dove vi dovete mettere, altrimenti cominciate a fare le valigie”

Tutto questo condito da nomine disinvolte di dirigenti nelle Asl, lavori senza gare d’appalto, promozioni di primari fatte “per meriti politici”, licenziamenti di dirigenti quando “non davano conto”, pagamenti di cene elettorali a noti esponenti e da appalti milionari (corretti con “appuntini”) in cambio di voti e piaceri … questi sì, piaceri carnali! Un giro vorticoso di soldi e sesso con conseguente condizionamento elettorale.

Ed ecco che il buon Nichi Vendola, scopre all’improvviso che i suoi uomini più fedeli sono degli eterosessuali assatanati e mariuoli e li caccia sconvolto dalle rivelazioni inattese. Non si sa se l’abbia dato più infastidito saperli correre dietro alle gonnelle oppure agli euro, ma li ha scacciati con sdegno!

Certo il presidente Vendola non avrà partecipato ai festini con le allegre signorine baresi, ma credo però che ora dovrà spiegare se davvero non fosse a conoscenza dei business dei suoi pupilli, perché per combinazione gli assessori alla sanità che si sono succeduti sulla poltrona della Regione Puglia erano sempre suoi uomini fedelissimi … almeno politicamente.

4 commenti:

dario ha detto...

mi hai totalmente censurato, anche di qua! Evidentemente, persone mediamente acculturate non riesci a reggerle. TU al massimo puoi confrontarti con frequentatori abituali dei bar leghisti del profondo veneto. Probabilmente sei al loro livello: rozza e antidemocratica. Tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare: con te, questo proverbio è azzeccatissimo. Censuri e scrivi menzogne. E ti ripeto: non so dove finisce il tuo analfabetismo e dove inizia la tua mala fede. Sarebbe interessante saperlo. Sei una persona squallida, tipica berlusconiana. E stavolta non puoi dire che sono animato da odio politico: sei stata tu a tapparmi la bocca, QUELLA CHE FORSE NON RIUSCIRETE A TAPPARE ALLE MIGNOTTE CHE FREQUENTA ABITUALMENTE IL TUO CARO CAPO-PARTITO. Tu mi hai censurato perchè ti ho di nuovo battuto su un campo per te inevitabilmente perdente: quello della democrazia e del pensiero libero. Non sapendo cosa rispondere (DI FRONTE A UN FATTO STORICO) hai deciso che forse...era meglio far finta di nulla. Vergognati analfabeta! La politica (ad alti livelli) è una cosa seria: richiede cultura.

Alessandra Fontana ha detto...

Vedi che sei un poveraccio dario? Ma non ti sei accorto che non scrivevo nulla di nuovo e non c'erano nuovi commenti? Sei tutto concentrato su te stesso e solo in grado di insultare...
Ho perso molta posta, cambiato il pc e stata silenziosa per giorni.
Ho censurato, e continuerò a farlo, i tuoi deliranti commenti sull'albanese. Se continui con questo tono (non ho letto i commenti precedenti) ti censurerò anche qui.
Non sopporto la gente volgare e inutilmente maleducata.
Tu ne sei un brillante esempio. Basta leggere queste tue parole.
Sei piccolo e meschino, altro che democratico e liberale!
Penoso. Non rispondo a ciò che hai scritto circa le questioni private di un signore che si chiama Silvio Berlusconi. Sono fatti suoi. Certo non tuoi.
Calmati piccolo e squallido volgarotto.

Anonimo ha detto...

>frequentatori abituali dei bar leghisti del profondo veneto
>sei al loro livello: rozza e antidemocratica
>Sei una persona squallida, tipica berlusconiana
>Vergognati analfabeta!

Però, questo dario...che esempio di democrazia!

>La politica è una cosa seria: richiede cultura.

Appunto, dario non fa per te.

Ciao,
Vittorio

Anonimo ha detto...

Sig.ra Alessandra....se arrestassero un politico di sinistra perchè ha malvessato, io ringrazio i giudici per un ladro in meno...chiunque egli sia...fosse pure un parente oppure un amico...voi Destrorsi perchè invece gridate sempre al complotto?...e comunque i fatti di un capo di stato o di governo non sono solo fatti suoi..ma rappresentando tutti..quindi il fatto che il tal Sig. Silvio Berlusconi frequenti escort a pagamento riguarda l'intera comunità che vorrebbe rappresentare.